La mia pasta

La Pasta di Aldo nasce a Monte San Giusto, ridente cittadina dell’entroterra marchigiano che si trova a cavallo tra il mare Adriatico e i monti Sibillini.

Racchiusa nella sua sfoglia c’è il giallo dorato dei campi di grano che in estate ricoprono le nostre colline, la giusta rugosità che piacevolmente solletica le papille gustative, il sapore autentico e genuino di un tempo, quando le nostre nonne "spannellavano" cantando, quasi a voler immettere nella massa, armonia e piacevolezza.

La prima curiosità scaturisce dal nome ALDO: acronimo formato dalle sillabe iniziali dei cognomi di Maria ALzapiedi e Luigi DOnnari, gli ideatori e i compitori di questa vera opera culinaria.

La pasta nasce dall’ unione dei loro cuori appassionati del buono e del bello, nasce dalle loro menti, da una saggezza antica e dall’estrema competenza maturata notti su notti, quando Luigi e Maria incorporavano le semole con le uova alla ricerca dell’equilibrio perfetto , essiccavano e calcolavano i tempi giusti per una consistenza ottimale, per una sfoglia che garantisse qualità e praticità.

Lavorazione

Selezione rigorosa della materie prime, sistemi di produzione che vanno oltre quelli dei pastifici artigianali, instancabile dedizione e pura maestria : questi sono i segreti de La Pasta di Aldo; un vero e proprio gioiello da conservare nella dispensa d’ogni buongustaio che si rispetti.

Per ogni formato di pasta viene usata una mescola diversa di semole, l’impasto è amalgamato con cura e la sfoglia viene lavorata in modo da lasciare l’impasto soffice. La sfoglia viene tagliata e infilata su particolari stecche che vengono poi appese sui telai, riposti a loro volta nell’essiccatoio, per consentire una lenta e naturale essiccazione, personalizzata a bassa temperatura; un rito, più che un processo di lavorazione.

La Pasta di Aldo si esprime con una massima resa in cottura; saltata in padella trattiene il sugo come poche altre paste sanno fare; attraverso la su superfice ruvida e porosa si può assaporare l’emozione di un gusto unico e lo spessore della tradizione che lo ha ispirato.